Intestazione fattura in caso di pagamento da soggetto diverso dal beneficiario

Condividi
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su telegram
Telegram

Quesito:

A chi deve essere intestata la fattura se il pagamento viene effettuato da un soggetto diverso da chi usufruisce della prestazione?

Risposta:

La risposta al presente quesito dev’essere ricercata nell’art. 21 del D.P.R. n. 633/1972 (Testo Unico dell’IVA), secondo cui la fattura va emessa nei confronti del soggetto a cui è rivolta la cessione di beni o la prestazione di servizi.

Il comma 2, lettere e) ed f), stabilisce che la fattura deve contenere “ditta, denominazione o ragione sociale, nome e cognome, residenza o domicilio del soggetto cessionario o committente” nonché il suo “numero di partita IVA” ovvero, se il soggetto non agisce nell’esercizio d’impresa, arte o professione, il “codice fiscale”.

La fattura deve essere pertanto intestata al soggetto che ha fruito della prestazione, a nulla rilevando chi ha concretamente sostenuto la spesa.

Infine, nella situazione esposta nel quesito, si consiglia di mantenere evidenza dell’identità e dei motivi per i quali il soggetto ha effettuato il pagamento in luogo di chi ha fruito della prestazione; tale documentazione si rivelerebbe utile in caso di contraddittorio con l’Amministrazione Finanziaria nell’eventualità di una verifica fiscale.

Dott. Luca Salvetti

Dott. Luca Salvetti

Dottore Commercialista, specializzato in Controllo di Gestione e Consulenza Finanziaria alle imprese con la passione per l’Analisi Dati.
small_c_popup.png

Contattaci subito

Richiedi Informazioni