Voucher digitalizzazione: 100 milioni per le mPMI

Bandi, contributi e finanza agevolata

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE:

100 milioni per le mPMI

 

 

Dopo oltre tre anni di attesa, il 24 ottobre 2017 è stato finalmente pubblicato il decreto direttoriale del Ministero dello Sviluppo Economico che definisce modalità e termini di presentazione delle domande per l’assegnazione e l’erogazione del Voucher Digitalizzazione mPMI.

 

Finalità

La finalità del bando è quella di favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l'ammodernamento tecnologico delle mPMI (micro, piccole e medie imprese) mediante la concessione di un contributo massimo del 50%, erogato sotto forma di Voucher di importo fino a 10.000 euro.

 

Cosa finanzia

Il voucher è utilizzabile per l'acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l'efficienza aziendale;
  • modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

 

Beneficiari

Il contributo può essere concesso in favore di mPMI aventi i seguenti requisiti:

  • Sede legale e/o unità locale attiva in Italia ed iscrizione al Registro delle Imprese, indipendentemente dalla forma giuridica;
  • Non operanti nei settori di produzione primaria di prodotti agricoli, della pesca e dell’acquacoltura;
  • Non sottoposte a procedura concorsuale, fallimento, liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo ecc. e non essere beneficiarie di altri contributi pubblici per le spese oggetto della concessione del Voucher.

 

IMPORTANTE: Per l'accesso sarà richiesto il possesso della Carta Nazionale dei Servizi e di una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle Imprese.

 

Definizione di mPMI

Sono definibili micro, piccola o media dimensione, secondo quanto stabilito dalla raccomandazione della Commissione europea (2003/361/CE) del 6 maggio 2003 come recepita dal decreto 18 aprile 2005, le imprese che rientrano nei parametri riportati nella tabella sottostante:

 

Categoria di impresa

Occupati: effettivi ULA (unità lavorative anno)

e

Fatturato annuo (in milioni di euro)

oppure

Totale attivo patrimoniale (in milioni di euro)

Microimpresa

meno di 10

e

≤ 2

oppure

≤ 2

Piccola impresa

meno di 50

e

≤ 10

oppure

≤ 10

Media impresa

meno di 250

e

≤ 50

oppure

≤ 43


Ai fini del calcolo dimensionale occorre considerare i rapporti di collegamento e/o di associazione esistenti tra le imprese in esame ai sensi del suddetto decreto 18 aprile 2005.

 

Modalità di accesso

A partire dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla piattaforma informatica del Ministero dello Sviluppo Economico e compilare online la modulistica.

Le domande potranno poi essere presentate, sempre mediante la piattaforma informatica del MISE, dalle ore 10,00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17,00 del 9 febbraio 2018.

Entro 30 giorni dalla chiusura dello sportello il Ministero adotterà un provvedimento “cumulativo” di prenotazione del Voucher, su base regionale, contenente l'indicazione delle imprese e dell'importo dell'agevolazione prenotata.

Non è previsto un ordine cronologico per l’attribuzione dei voucher; le domande presentate nel periodo di apertura dello sportello sono considerate come pervenute nello stesso momento.

Nel caso in cui le risorse disponibili a livello regionale non siano sufficienti a coprire le richieste pervenute da parte delle imprese è prevista una procedura di “riparto” delle risorse finanziarie proporzionalmente alle richieste effettuate dalle singole imprese.

L’accesso alla procedura informatica è riservato al rappresentante legale dell’impresa o ad altro soggetto a cui sia delegato il potere di rappresentanza.

 

Ulteriori requisiti

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni le spese connesse all’intervento di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico dell’impresa devono:

  • essere avviate successivamente alla prenotazione del Voucher;
  • essere ultimate non oltre sei mesi dalla data di pubblicazione nel sito web del MISE del provvedimento di assegnazione del Voucher (per “data di ultimazione” si intende la data dell’ultimo titolo di spesa ammissibile riferibile al progetto stesso);
  • essere relative a beni nuovi di fabbrica acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente e alle normali condizioni di mercato (si intende a tal fine che le parti devono essere indipendenti e non deve esservi alcuna influenza su composizione, votazioni e decisioni degli organi di un'impresa; non sono pertanto agevolabili, ad esempio, acquisti effettuati da un fornitore che detiene una partecipazione, pur piccola che sia, nella società acquirente);
  • nel caso di spese per servizi di consulenza specialistica o di formazione qualificata, essere relative a prestazioni svolte nel periodo di svolgimento del progetto.

 

Da quando possono essere sostenute le spese?

L’articolo 2, comma 3 del decreto 23 settembre 2014, prevede che le spese debbano essere sostenute solo successivamente all’assegnazione del Voucher.

L’avvio del progetto deve pertanto essere successivo alla pubblicazione sul sito web del MISE del provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher.

 

RICORDA: l’articolo 8, comma 2, del decreto 23 settembre 2014 prevede che “Per presentare la domanda l’impresa deve disporre … della firma digitale del legale rappresentante o di un suo delegato all’interno della sua organizzazione”.

Ai fini dell’accesso è quindi fondamentale il possesso della Carta nazionale dei servizi (CNS) ovvero un dispositivo (Smart Card o chiavetta USB) contenente un “certificato digitale” di autenticazione personale, una casella PEC attiva e la registrazione nel Registro delle imprese.

 

Riferimenti normativi

Decreto interministeriale 23 settembre 2014 – Voucher per le PMI

Decreto Direttoriale (MISE) 24 ottobre 2017

 

 

Tutte le news